de | it
Julia Bornefeld & R. Odenwald
Una gabbia a misura d’uomo simboleggia la prigionia di Ezra Pound. Una lastra di vetro sul fondo della gabbia mostra il volto solcato dalle rughe del poeta invecchiato. Nel passo scelto dai “Cantos” si rispecchia la nostalgia per il paradiso perduto.
[...]

Wil-ma Kammerer
Il gigantesco, amorfo, cervello lucidato incorpora tutte le caratteristiche di una scultura con la sua suggestione tattile e ottica e con la sua aura di mistero. Giace nel bosco come se fosse caduto dal cielo.
[...]

Annemarie Laner
L’opera si occupa di Ezra Pound e collega il cammino con il pensiero produttivo. All’inizio del sentiero incontriamo la frase „IL MONDO A CHI APPARTIENE? A ME? A LORO? O A NESSUNO?“ (Canto LXXXI di E. Pound). La domanda viene posta qui senza riferimento all’autore.
[...]